facebook icontwitter iconrss icon

Kirikoro

in chierichetti, coretti,


 


Una giornata davvero entusiasmante

Il pomeriggio di Domenica 28 Aprile 2013, dedicato al primo evento KIRIKORO, è iniziato alla grande, complice è stato il sole che, illuminando la cornice della Domus Pacis, le ha offerto la possibilità di accogliere i gruppi chierichetti e coretti che con i loro genitori si sono riversati nel parco adiacente.
I ragazzi e i giovani, che da tempo hanno preparato e organizzato l’evento in tutte le sue parti, si sono resi subito disponibili per le diverse necessità. L’equipe accoglienza ha atteso i vari gruppi dividendoli in squadre; l’equipe giochi ha preparato i vari stand distribuendoli nei diversi luoghi; la band si è occupata dell’animazione e così via.
Intorno alle 15.30 il clima si è riscaldato grazie all’arrivo del nostro vescovo Giuseppe, il quale ha voluto conoscere la provenienza di ogni gruppo partecipante, sottolineando l’importanza del servizio liturgico che ogni domenica, chierichetti e coretti, svolgono in parrocchia. Non solo, il vescovo Giuseppe ha voluto mettere in luce il centro della liturgia quale fonte e culmine di ogni cammino cristiano. Dalla liturgia domenicale, vissuta personalmente e comunitariamente scaturisce la gioia, ,l’entusiasmo e quindi la possibilità concreta di vivere la propria testimonianza di fede nel quotidiano, nei diversi ambiti in cui ciascuno è chiamato a vivere. Inoltre la dimensione caritativa deve caratterizzare ogni cristiano, il quale è invitato, sull’esempio di Gesù Cristo, a mettersi a servizio del prossimo sviluppando le proprie capacità.
Successivamente, il percorso dei giochi a stand, preparato attraverso una specifica metodologia, ha voluto concretizzare questo importante messaggio.
L’Eucaristia, celebrata al termine dell’evento, ha avuto lo scopo di sintetizzare tutta l’esperienza mettendo al centro colui che guida ogni nostro passo, nella gioia e nella difficoltà, il Signore Gesù!

Cosa dicono

Mi sono divertito un sacchissimo. E’ stata una gioranta davvero bella!

— Lorenzo, Casette di Legnago